La piattaforma di scambio popolare Robinhood ha concluso un accordo per acquisire l’exchange di criptovalute Bitstamp.

Questa acquisizione strategica mira a consolidare la posizione di Robinhood nel mercato globale delle criptovalute, attirando una clientela istituzionale e ampliando la sua gamma di prodotti.

Inoltre, l’acquisizione dovrebbe essere finalizzata nel corso del primo semestre del 2025.

Un’acquisizione molto vantaggiosa

Infatti, la transazione in contanti è valutata a 200 milioni di dollari. Dovrebbe essere finalizzata nel corso del primo semestre del 2025.

Inoltre, Barclays Capital Inc. si è presentato come consulente finanziario esclusivo di Robinhood per tutta la durata di questa transazione. Galaxy Digital Partners LLC è invece il consulente finanziario esclusivo di Bitstamp.

L’acquisizione di Bitstamp è un passo importante nella crescita dell’attività crittografica di Robinhood.

Inoltre, Bitstamp, che gode di grande fiducia e di lunga durata, ha dimostrato resilienza attraverso i cicli di mercato.

Il team di Bitstamp si è guadagnato una solida reputazione nel mondo tra gli investitori criptografici retail e istituzionali.

Una forte volontà di svilupparsi a livello globale

Dopo l’acquisizione, i team di Bitstamp e Robinhood si integreranno, combinando la loro competenza e le loro risorse.

Questa operazione dovrebbe facilitare la realizzazione dell’obiettivo di Robinhood di espandere la sua portata globale al di là degli Stati Uniti e di attirare clienti istituzionali sulla sua piattaforma.

Il mese scorso, la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti aveva inviato a Robinhood una notifica che allegava potenziali violazioni delle leggi sui titoli.

Nonostante ciò, i ricavi da criptovalute di Robinhood sono saliti a 618 milioni di dollari. Questo numero rappresenta un aumento del 40% anno su anno.

La piattaforma aveva anche lanciato in dicembre servizi di scambio di criptovalute per i clienti dell’Unione Europea.

Coinbase

  1. Interfaccia utente intuitiva
  2. Vasta gamma di criptovalute
  3. Elevati standard di sicurezza