Ottime notizie per il mondo delle criptovalute: JPMorgan ha intenzione di lanciare una piattaforma di pagamenti internazionali basata sulla tecnologia blockchain, che consentirà alle banche indiane di effettuare transazioni in dollari a costi contenuti tra loro e con altre istituzioni finanziarie.

La piattaforma dovrebbe facilitare l’elaborazione dei pagamenti transfrontalieri in modo più rapido, sicuro ed efficiente rispetto ai sistemi tradizionali.

Questa è stata sviluppata in collaborazione con la National Payments Corporation of India (NPCI) ed un gruppo di oltre 30 banche indiane.

La piattaforma sarà integrata sia nell’attuale Interbank Information Network (IIN) di JPMorgan, basato sulla blockchain, sia nel suo sistema globale di elaborazione dei pagamenti consentendo pagamenti più rapidi tra queste entità. Il lancio di IIN aveva già invaso i portali di news finanziarie di tutto il mondo non molto tempo fa.

Inoltre la piattaforma è progettata per rendere i pagamenti più trasparenti fornendo una maggiore visibilità su ogni transazione.

Questa caratteristica consentirà ai partecipanti di identificare tempestivamente i problemi e, se necessario, di adottare misure correttive.

Le banche indiane potranno utilizzare la piattaforma anche per i pagamenti nazionali.

Robinhood

  1. Trading azionario gratuito
  2. App user-friendly
  3. Investimenti in criptovalute

Con il suo lancio molte banche indiane potranno beneficiare di pagamenti più rapidi, maggiore trasparenza e maggiore sicurezza nelle transazioni in dollari.

Utilizzando la piattaforma, le banche indiane potranno trasferire denaro in entrambe le direzioni tra i loro conti detenuti presso JPMorgan e altre banche partner in India.

Le transazioni dovrebbero avvenire in modo quasi istantaneo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 superando i problemi legati al fuso orario ed alle festività locali.

Come la Piattaforma Elimina i Vincoli Tradizionali

La piattaforma elimina i rischi tipici associati ai pagamenti tradizionali tramite bonifico e ACH grazie alla sua tecnologia distributed ledger che consente tempi di elaborazione più rapidi e livelli di sicurezza più elevati.

Ciò comporta numerosi vantaggi per i clienti, tra cui:

  • tracciare i fondi in tempo reale, garantendo ai clienti una registrazione accurata del denaro trasferito dai loro conti ad altri.
  • limitare l’intervento manuale ed eliminare la necessità di aspettare fondi da liquidare rendendo i trasferimenti più rapidi ed efficienti.
  • monitorare i pagamenti in tempo reale grazie a notifiche automatiche che avvisano quando i fondi sono stati ricevuti e quando le transazioni sono state completate.

Vantaggi del Progetto

Il progetto fa parte di uno sforzo più ampio di JPMorgan per espandere la sua rete globale di pagamenti (GPN) in India.

La GPN consente alle banche di Stati Uniti, Europa e Asia di trasferire pagamenti transfrontalieri in modo rapido e sicuro.

Il sistema, alimentato dalla blockchain, è più veloce rispetto ai metodi tradizionali e consente trasferimenti istantanei anche per importi molto elevati.

JPMorgan ha inoltre sottolineato che il sistema può essere utilizzato da qualsiasi banca indiana, indipendentemente dalle dimensioni o dalle capacità tecnologiche.

Proprio JPMorgan aveva rilevato un fortissimo incremento di depositi dei propri clienti a inizio 2023, dimostrando di possedere tutt’oggi una posizione di fiducia e rispetto nel settore bancario.

In quest’ottica, il lancio di una piattaforma di pagamenti basata su blockchain per le banche indiane segna un’importante pietra miliare nell’adozione della tecnologia distributed ledger da parte del settore finanziario.

Segnali Emergenti di Possibile De-Dollarizzazione

La dipendenza dell’economia mondiale dal dollaro sembra giunta ad una svolta, permane nel mercato internazionale delle materie prime, ma nei mercati finanziari iniziative di modernizzazione come quella di JPMorgan sembrano finalizzate a contenere i segnali di de-dollarizzazione.

Sempre più aziende e Paesi abbandonano la dipendenza dal dollaro USA per le transazioni finanziarie internazionali e il dollaro è meno presente nelle riserve di valuta straniera.

L’uso della tecnologia blockchain per i trasferimenti di denaro alle banche indiane potrebbe essere visto come un passo avanti verso la decentralizzazione dei sistemi valutari globali con le banche al di fuori dei confini nazionali che diventano meno dipendenti dal dollaro americano per lo scambio di denaro a livello globale.

L’India è una delle prime 10 economie mondiali e la sua banca centrale sta lavorando per

proporre il proprio sistema finanziario come alternativo a quello di Dubai e Singapore.

Lo sviluppo dei sistemi finanziari basati sulla blockchain potrebbe contribuire ulteriormente agli sforzi di de-dollarizzazione.