Secondo quanto riportato dai principali portali di news finanziarie, BlackRock, una delle più grandi società di gestione degli investimenti al mondo, è stata sanzionata per la somma di 2,5 milioni di dollari a causa di presunte violazioni della divulgazione finanziaria.

BlackRock, con un patrimonio gestito di svariati trilioni di dollari, è uno dei principali attori nell’industria degli investimenti, nonchè il primo gestore patrimoniale al mondo. La società opera a livello globale, offrendo servizi di gestione patrimoniale, consulenza agli investitori istituzionali e vendita di prodotti finanziari.

La Securities and Exchange Commission (SEC), l’ente di regolamentazione dei mercati finanziari negli Stati Uniti, ha accusato BlackRock di:

  • Non aver descritto accuratamente gli investimenti proposti.
  • Non aver divulgato correttamente informazioni relative ai fondi quotati in borsa consigliati dalla società.

Secondo la SEC, BlackRock si è appoggiata ad un’azienda di stampa e pubblicità chiamata Aviron Group che promuoveva gli investimenti nel settore delle materie prime. BlackRock avrebbe poi utilizzato queste informazioni per fare crescere i suoi fondi e attirare nuovi clienti, senza però rivelare che Aviron era una agenzia pubblicitaria (quindi pagata per divulgare notizie) e non una fornitrice di servizi finanziari.

La multa è scaturita dopo un’indagine durata più di due anni sulla società e il suo coinvolgimento con Aviron Group. La SEC ha affermato che la mancanza di divulgazione dei pagamenti ricevuti da Aviron Group era in contrasto con il dovere della società di fornire una corretta valutazione degli investimenti.

Le accuse della SEC contro BlackRock sono arrivate lo stesso giorno in cui è stato scoperto l’inserimento del suo exchange-traded fund (ETF) Bitcoin nella lista dei Depositary Trust & Clearing Corporation (DTCC), questo avrebbe fatto credere a molti che l’approvazione spot di Bitcoin fosse ormai prossima.

Nel giro di poche ore la possibilità di contratti spot su Bitcoin legata all’ETF di BlackRock è stata cancellata e poi reinserita creando confusione nel mondo delle criptovalute.

Il portavoce del DTCC ha successivamente confermato che l‘ETF iShares Bitcoin è quotato sulla piattaforma da mesi e ha affermato che questo non sottintende alcuna approvazione normativa.

La Reazione di BlackRock

La società ha accettato di pagare la multa senza ammettere o negare le accuse e sta prendendo misure per migliorare i suoi processi di divulgazione finanziaria. Inoltre, BlackRock sta anche affrontando altre indagini da parte della SEC riguardanti possibili conflitti di interesse in alcune transazioni immobiliari.

È importante notare che le violazioni della divulgazione finanziaria possono avere conseguenze significative per le società e gli investitori coinvolti. Le autorità di regolamentazione come la SEC sono incaricate di monitorare e far rispettare le norme in materia di divulgazione finanziaria al fine di garantire l’integrità e la trasparenza dei mercati finanziari.

Questa sanzione non solo costerà alla società una somma importante, ma potrebbe anche influenzare la sua reputazione come leader nel settore della gestione degli investimenti. La trasparenza e l’integrità sono fondamentali per le società di gestione degli investimenti e questa multa potrebbe far sì che i clienti e gli investitori si preoccupino delle pratiche della società.

Binance

  1. Ampia varietà di criptovalute
  2. Piattaforma sicura e affidabile
  3. Servizio clienti h24

Inoltre, la SEC sta chiaramente dimostrando che vigilerà attentamente sulle attività delle grandi società di gestione degli investimenti per garantire che rispettino gli standard di divulgazione finanziaria e agiscano nell’interesse dei loro clienti.

In conclusione, BlackRock ha accettato di pagare una multa di 2,5 milioni di dollari per risolvere le accuse di divulgazione finanziaria inadeguata mosse dalla SEC.

Questa sanzione sottolinea l’importanza della corretta divulgazione finanziaria e della trasparenza nel settore degli investimenti. Gli investitori hanno il diritto di conoscere in modo completo e accurato le informazioni relative ai loro investimenti, al fine di prendere decisioni informate.

L'autore

Gianluca L.

Gianluca Longinotti è un analista e consulente con due master in finanza conseguiti all'Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne. Con diversi anni di esperienza nei settori bancario e IT presso Ernst & Young (EY), Gianluca è appassionato di economia, finanza e criptovalute, e ha scritto per diverse pubblicazioni specializzate nel settore degli investimenti.