Il termine crypto lending o prestito di criptovalute indica una pratica che consiste nel prestare asset digitali, come Bitcoin o Ether, ad altri investitori o istituzioni finanziarie per un determinato periodo di tempo. In cambio, il debitore paga un interesse sugli asset prestati. Questa pratica è simile al prestito tradizionale, ma si applica agli asset digitali anziché fisici.

Il lend crypto è una pratica in rapida crescita che consente agli investitori di guadagnare interessi sui propri asset digitali senza doverli vendere. È un modo per massimizzare i rendimenti dei propri investimenti in criptovalute, prestando i propri asset ad altri investitori o istituzioni finanziarie per un periodo di tempo prestabilito. Sul mercato sono disponibili diverse piattaforme di prestito di criptovalute, ognuna con i propri vantaggi e svantaggi.

In questo articolo forniremo una panoramica dettagliata delle diverse opzioni disponibili per il prestito di criptovalute, nonché dei rischi e delle opportunità legati a questa pratica. Troverai anche una tabella comparativa delle diverse piattaforme disponibili per aiutarti a scegliere quella più adatta alle tue esigenze.

Clicca qui per leggere le recensioni delle principali piattaforme di criptovalute


Cos’è il crypto lending? Come funziona?

Il Lending Crypto o prestito di criptovalute può essere utilizzato per diversi scopi, come ad esempio per ottenere liquidità per un progetto o per coprire posizioni di trading. Sta diventando sempre più diffuso perché permette agli investitori di guadagnare interessi sugli asset digitali in loro possesso, senza dover vendere le criptovalute e senza correre rischi significativi legati al cambio.

Binance

  1. Ampia varietà di criptovalute
  2. Piattaforma sicura e affidabile
  3. Servizio clienti h24

Il prestito di criptovalute prevede 5 fasi fondamentali:

  1. Scelta della piattaforma di prestito di criptovalute: ci sono molte piattaforme di crypto lending disponibili sul mercato, ognuna con i propri vantaggi e svantaggi. È importante scegliere la piattaforma più adatta alle proprie esigenze e al proprio profilo di investitore. Date un’occhiata al nostro confronto qui sotto per saperne di più.
  2. Deposito di criptovalute: una volta scelta la piattaforma, è necessario depositare sul conto gli asset digitali che si intende mettere a disposizione di chi intende prenderli in prestito. Gli asset più comunemente prestati sono Bitcoin ed Ethereum, ma molte piattaforme accettano anche altri token.
  3. Definizione delle condizioni: una volta depositate le criptovalute, è possibile stabilire i termini e le condizioni del prestito. Spetta a te definire la durata, gli interessi e le garanzie del prestito. Ricorda di controllare attentamente le condizioni prima di approvarle.
  4. Scelta del beneficiario: le piattaforme di prestito di criptovalute mettono in contatto gli investitori con i potenziali beneficiari. Questi possono essere singoli investitori o istituzioni finanziarie. È importante verificare attentamente il beneficiario e la sua situazione prima di concedere un prestito.
  5. Controllo degli interessi e recupero del proprio investimento:  controlla l’ammontare degli interessi pagati durante il prestito e poi, alla fine del prestito, recupera il tuo investimento e gli interessi versandoli nel tuo crypto-wallet. Puoi anche decidere di reinvestirli in un nuovo prestito di criptovalute.

Quali sono i vantaggi del crypto lending?

L’utilizzo del crypto lending per massimizzare i rendimenti dei tuoi investimenti in asset digitali presenta numerosi vantaggi:

  • Generare reddito:  il vantaggio principale del crypto lending è la possibilità di guadagnare interessi sui propri asset digitali senza doverli vendere. Questo ti permette di massimizzare i rendimenti del tuo investimento mantenendo la tua partecipazione al mercato delle criptovalute.
  • Facilità di accesso: il prestito di criptovalute è generalmente molto accessibile e ci sono molte piattaforme che accettano depositi di piccole somme. Ciò consente agli investitori con mezzi limitati di partecipare a questa tecnica di investimento.
  • Ottenere liquidità: il prestito di criptovalute consente anche di ottenere liquidità prestando i propri asset digitali ad altri investitori. È quindi un modo eccellente per finanziare progetti o investimenti senza dover vendere i propri token.
  • Diversificare il proprio portafoglio: il prestito di criptovalute consente agli investitori di diversificare il proprio portafoglio di investimenti ottenendo un’ulteriore fonte di reddito.
  • Flessibilità: le piattaforme di prestito di criptovalute consentono agli investitori di scegliere autonomamente le condizioni del prestito, come la durata, gli interessi e le garanzie. Ciò consente agli investitori di soddisfare le proprie esigenze adeguandosi al proprio profilo di rischio.

Binance

  1. Ampia varietà di criptovalute
  2. Piattaforma sicura e affidabile
  3. Servizio clienti h24

Quali sono le condizioni di uscita?

Esistono una serie di condizioni che ti permetteranno di recuperare i tuoi asset digitali dopo un prestito di criptovalute, ed è essenziale comprenderle prima di intraprendere il crypto lending:

  • Durata del prestito: definita nelle condizioni, questa durata è fissata in anticipo e, una volta terminata, è possibile recuperare i propri asset digitali.
  • Estinzione anticipata: alcune piattaforme offrono la possibilità di interrompere il prestito prima della scadenza iniziale. L’estinzione anticipata prevede solitamente penali o spese aggiuntive.
  • Violazione delle condizioni del prestito: se il debitore viola le condizioni del prestito, la piattaforma può interrompere il prestito e consentire al creditore di recuperare i propri asset digitali.
  • Rimborso anticipato: è possibile rimborsare tutto o parte del debito del beneficiario del prestito prima della fine del periodo inizialmente previsto. L’estinzione anticipata totale comporta automaticamente la fine del prestito.
  • Mancato pagamento degli interessi: se il debitore non paga gli interessi dovuti sul prestito, la piattaforma può interrompere il prestito e consentire al prestatore di recuperare i suoi asset digitali.

Dove fare crypto lending?

Esistono piattaforme di crypto lending che facilitano questa pratica, consentendo agli investitori di trovare beneficiari e di stabilire le condizioni del prestito, come la durata, gli interessi e le garanzie. Queste piattaforme di crypto lending online possono essere centralizzate o decentralizzate, ed esistono anche protocolli di prestito automatizzati basati sulla blockchain.

PiattaformaTassi di interesseTipologie di prestitoTipi di criptovalute accettateImporto minimo del prestito
Nexo.iofino all’8%Prestiti a breve e lungo termineBitcoin, Ethereum, Litecoin, Ripple, ecc.$500
BlockFi.comfino all’4,5%Prestiti a lungo termineBitcoin, Ethereum, USD Coin, Gemini Dollar, ecc.$5000
Crypto.comfino all’8%Prestiti a breve termineBitcoin, Ethereum, Litecoin, ecc.$100
Celsius.networkfino al 17%Prestiti a breve termineBitcoin, Ethereum, Litecoin, ecc. $1500
SALT Lendingfino al 9,95%Prestiti a lungo termineBitcoin, Ethereum, Litecoin, ecc.$5000
YouHodlerfino al 12%Prestiti a breve termineBitcoin, Ethereum, Litecoin, ecc.$100

Nexo.io

logo Nexo

Nexo è una delle piattaforme di prestito di criptovalute più utilizzate e affidabili sul mercato. Offre prestiti a breve e lungo termine agli utenti utilizzando i loro cripto-asset come garanzia. Gli utenti possono ottenere prestiti utilizzando criptovalute come Bitcoin, Ethereum, Litecoin, Ripple, ecc. Uno dei maggiori vantaggi di Nexo è il suo tasso d’interesse altamente competitivo: fino all’8%. Gli utenti possono anche richiedere un prestito utilizzando la loro carta Nexo, una carta di debito prepagata che consente di spendere il prestito istantaneamente.

BlockFi.com

logo BlockFi.com

BlockFi.com è una piattaforma di prestito di criptovalute che consente agli utenti di prestare i propri asset digitali per guadagnare interessi, mantenendo la proprietà degli asset stessi. Gli utenti possono prestare criptovalute come Bitcoin, Ethereum e Litecoin e guadagnare sui relativi interessi. I tassi di interesse variano a seconda della criptovaluta e della durata del prestito. La piattaforma offre anche opzioni di margin lending per i trader esperti. La piattaforma è sicura e regolamentata per garantire la sicurezza dei fondi degli utenti.

Crypto.com

logo Crypto.com

Su Crypto.com, gli utenti possono prestare criptovalute come Bitcoin, Ethereum, Litecoin, XRP e diversi altri token, guadagnando sui relativi interessi. I tassi di interesse variano a seconda della criptovaluta e della durata del prestito e possono anche superare l’8% per alcuni asset. La piattaforma offre anche opzioni di margin lending per i trader esperti, con una leva fino a 5x. Gli utenti possono, inoltre, utilizzare le loro criptovalute come garanzia per ottenere un prestito in dollari statunitensi o in altre valute.

Crypto.com

  • Carta crittografica gratuita
  • Exchange affidabile
  • Commissioni competitive

Celsius.network

logo Celsius.network

Celsius.network offre prestiti per criptovalute come Bitcoin, Ethereum, Litecoin, USDC, DAI e altre. I tassi di interesse variano a seconda della criptovaluta e della durata del prestito e possono arrivare fino al 17% per alcuni asset. La piattaforma offre anche opzioni di margin lending con leva fino a 3x. Inoltre, gli utenti possono beneficiare di rimborsi sulle commissioni di transazione utilizzando il loro token CEL. Ciò rende la piattaforma Celsius Network ideale per gli utenti che desiderano massimizzare il reddito dei propri asset mantenendo la più elevata flessibilità.

SALT Lending

logo Salt Lending

Oltre a funzionare come la maggior parte delle altre piattaforme di prestito di criptovalute, SALT Lending offre anche un sistema di valutazione del credito agli utenti, che consente di ottenere tassi di interesse più bassi sui prestiti. Più alto è il rating di credito di un utente, più bassi sono i tassi di interesse offerti. In questo modo, gli utenti possono ridurre il costo dei prestiti migliorando il loro profilo creditizio. Nel complesso, SALT Lending è un’alternativa interessante per gli utenti che desiderano ottenere prestiti in fiat o in criptovalute utilizzando i propri asset digitali come garanzia.

YouHolder

logo YouHolder

La piattaforma di scambio integrata YouHolder si distingue per un rapporto prestito/valore che può arrivare fino al 90%. Inoltre, prevede un importo minimo di prestito di soli 100 dollari. Disponibile come applicazione per Android o iOS, la piattaforma offre una varietà di opzioni di investimento. Gli utenti hanno accesso a strumenti di gestione del portafoglio per monitorare e gestire i prestiti di criptovalute. La piattaforma trasmette notifiche in tempo reale sui tassi di interesse e sulle scadenze dei prestiti, nonché sulle opzioni per rinnovare o rimborsare i prestiti.

Prestito di criptovalute: la nostra opinione

Il crypto lending è un settore in crescita che consente agli utenti di prestare i propri asset digitali per guadagnare interessi, mantenendo la proprietà degli asset stessi. Le piattaforme di prestito di criptovalute sopra menzionate presentano ciascuna i propri vantaggi e svantaggi. Tuttavia, alcune si distinguono dalla massa e, dopo averle testate una dopo l’altra, possiamo dire di avere una leggera preferenza per Nexo (valutazione Trustpilot: 4,6/5) e YouHolder (valutazione Trustpilot: 4,4/5), due piattaforme particolarmente complete e competitive per quanto riguarda i tassi di interesse.

Non dimenticare che forniamo anche consigli sugli investimenti in NFT.

I prestiti di criptovalute consentono agli utenti di prestare i propri asset digitali per guadagnare interessi, utilizzando le loro criptovalute come garanzia. In questo modo, gli utenti possono ottenere liquidità senza dover vendere le loro criptovalute.
I tassi di interesse variano a seconda della piattaforma, della criptovaluta e della durata del prestito. Tuttavia, possono arrivare fino al 17% per alcuni asset.
I prestiti di criptovalute consentono agli utenti di ottenere liquidità senza dover vendere le loro criptovalute, mantenendo la proprietà degli asset stessi. Inoltre, possono essere vantaggiosi per ottenere tassi di interesse più alti rispetto ai tradizionali investimenti in contanti.