Hai mai sentito parlare di NFT? Vuoi intraprendere l’avventura degli NFT? Allora, il primo passo è creare il tuo NFT. Che tu voglia fare trading di NFT o semplicemente possedere un NFT, scopri come creare NFT gratis in pochi clic.  

ActivTrades

  • Accesso diretto a mercati globali
  • Strumenti di trading avanzati
  • Protezione del saldo negativo

Cos’è un NFT ?

Un NFT, è bene ricordarlo, è un token non fungibile. Un modo più semplice per definire un NFT è considerarlo come un oggetto digitale: un’immagine, un video, una GIF. La particolarità degli NFT è quella di essere non fungibili o non intercambiabili.

Ad esempio, il dipinto della Gioconda al Louvre è unico, non ce n’è nessun altro, giusto? Lo stesso vale per il tuo NFT. Questa autenticità e unicità deriva dal fatto che l’NFT è conservato su una blockchain sotto forma di token

Il token associato a un NFT ha un identificatore univoco. Pertanto, nessuno potrà possedere l’esatto duplicato di questo token (e quindi del tuo NFT). Con questa definizione si comprende che la principale caratteristica tecnica dell’NFT è il suo token, non il suo contenuto. Che cosa significa? Se prendiamo l’esempio del dipinto della Gioconda, la sua autenticità deriva dalle sue pennellate.

Un esperto d’arte è in grado di stabilire che il dipinto conservato al Louvre è autentico, dipinto da Leonardo da Vinci. Per l’NFT, ciò che lo rende autentico è l’identificatore del suo token. Il contenuto in sé non è sufficiente a garantirne l’autenticità. Infatti, nulla assomiglia a un’immagine più della sua copia digitale.

Le diverse blockchain per creare un NFT

Come spiegato sopra, ogni NFT è associato a un token. Questo token è memorizzato su una blockchain. Ma di quale blockchain stiamo parlando? In realtà, non tutte le blockchain accettano gli NFT. Per esempio, non puoi memorizzare il token del tuo NFT sulla blockchain Bitcoin. Per creare un NFT è necessario utilizzare una blockchain pensata per lo sviluppo di applicazioni decentralizzate (Dapp) e, quindi, per l’esecuzione di smart contract.

Perché? La creazione di un NFT viene definita “minting”. Il minting è il processo di trasmissione, di  pubblicazione, di un NFT su una determinata blockchain. Un NFT viene estratto con la stessa procedura utilizzata per minare Bitcoin. Si può dire che il minting consiste nell’esecuzione di un programma informatico (chiamato smart contract).

Il linguaggio informatico utilizzato dipende dalla blockchain. Le blockchain compatibili con le Dapp dispongono di una macchina virtuale che può essere utilizzata per codificare ed eseguire questi programmi informatici. Ethereum è attualmente il leader indiscusso in questo campo.

La maggior parte dei mercati NFT, infatti, opera su Ethereum. Ma, con lo sviluppo del settore NFT, nuove blockchain sono entrate in questa nicchia.

Cardano, BSC e Solana sono altre blockchain che possono anche eseguire smart contract. Secondo i dati di cryptoslam.io, all’inizio di luglio 2022, le principali blockchain utilizzate per il trading di NFT erano le seguenti (in termini di volume delle vendite negli ultimi 30 giorni):

  • Ethereum;
  • Solana;
  • BSC;
  • Flow;
  • ImmutableX;
  • Polygon;
  • Ronin;
  • Panini;
  • WAX;
  • Tezos.

Come creare un NFT?

Ora che sai qualcosa in più sugli NFT, scopri come si crea NFT. Ci sono due metodi per farlo. Il primo metodo è semplice e il più usato. Il secondo metodo si basa su concetti di programmazione avanzati e quindi non è adatto a tutt

Il metodo classico: Passare per un marketplace di NF

Il modo più semplice per creare un NFT è passare attraverso una piattaforma di trading di NFT. Questo modo è facile nel senso che basta “cliccare il pulsante”.

D’altra parte, è comunque necessario che tu abbia una certa conoscenza delle blockchain, delle criptovalute e dei wallet. Per semplificarti le cose, ecco i 6 passaggi principali per creare un NFT su un marketplace:

  • Scegli l’oggetto che vuoi trasformare in un NFT;
  • Seleziona la blockchain su cui desideri conservare i tuoi NFT;
  • Configura il tuo crypto wallet;
  • Scegli la tua piattaforma NFT;
  • Carica il tuo NFT;
  • Metti in vendita il tuo NFT.

Step 1 : Scegli ul tuo NFT

Come spiegato nel nostro articolo sugli NFT, un NFT non è necessariamente un’immagine. Video, nome di dominio, immagine, GIF, meme… C’è solo l’imbarazzo della scelta! Inoltre, se lavori nel mondo dell’arte, hai una grande occasione! Perché non disegnare la tua creazione NFT?

Step 2: Scegliere la blockchain per conservare il tuo

Prima di andare oltre, devi pensare alla blockchain. Come spiegato sopra, è possibile utilizzare più blockchain per gli NFT. La scelta della blockchain avrà un impatto sulla futura vendita del tuo NFT.

Perché? Se utilizzi una blockchain che non si adatta bene agli NFT, non troverai molti marketplace compatibili. In definitiva, il pubblico potenzialmente interessato al tuo NFT sarà quindi ridotto.

La scelta della blockchain influisce anche sulle commissioni che dovrai pagare per creare il tuo NFT e venderlo. Ricordiamo che la principale blockchain nel campo degli NFT è Ethereum.

Step 3: Aprire un crypto wallet 

Giusto per ricordarlo, il wallet viene utilizzato per conservare le criptovalute. In crittografia, il portafoglio serve da conto bancario. Poiché il tuo NFT è identificato da un token, dovrai pensare di aprire un wallet per conservare questo token.

Esistono due tipi di portafogli. Gli hot wallet conservano i token (e le criptovalute) online. Sono facili da usare e compatibili con la maggior parte dei mercati NFT. I cold wallet, invece, sono più sicuri perché conservano le criptovalute offline. Per quanto riguarda il tuo NFT, ti consigliamo di giocare di anticipo.

Come? È importante scegliere un portafoglio che abbia un alto grado di compatibilità con i mercati e le blockchain NFT. Il wallet crypto più utilizzato per gli NFT è MetaMask. Questo portafoglio è compatibile con la blockchain di Ethereum.

Per aprire un portafoglio, è sufficiente creare un account e fornire alcuni dati. In generale, la maggior parte dei portafogli funziona con un codice e una password (che viene utilizzata se si dimentica il codice). Questa password è spesso un elenco di parole (12 o 24). Fai attenzione a non sbagliare questo elenco. In caso contrario, si rischia di non potersi connettere al portafoglio se si perde il codice.

Step 4: Scegliere una piattaforma di compravendita di NFT

Il prossimo passo è scegliere il tuo mercato NFT. Con l’esplosione del mercato NFT, ora ci sono molte piattaforme di NFT. La scelta della piattaforma viene effettuata secondo i seguenti criteri:

  • Sicurezza;
  • Reputazione;
  • Costi di transazione;
  • Diffusione;
  • Facilità d’uso dell’interfaccia;
  • Compatibilità con la/le blockchain.

Attualmente, i due marketplace più conosciuti sono OpenSea e Rarible.

Step 5: Scaricare il tuo NFT (o minting)

Il downloading del tuo NFT sulla blockchain si chiama “minting”. Questo termine inglese può essere tradotto come “coniatura” in italiano. In un certo senso, è come incidere il tuo NFT nella pietra (cioè nella blockchain).

Dietro questo anglicismo si nasconde qualcosa di molto semplice! Infatti, il minting non è altro che la selezione del tuo NFT e quindi un clic sul pulsante “download” disponibile sulla piattaforma. Prima di farlo ricordati di verificare le condizioni imposte dalla piattaforma in termini di dimensioni e formato.

Oltre a scaricare l’NFT, dovrai fornire alcune informazioni come il prezzo e una breve descrizione.

Step 6: Vendere il tuo NFT

Questo passaggio è il più semplice! Ti basterà specificare la tipologia di vendita: a prezzo fisso o tramite asta.

Il metodo tecnico: la programmazione informatica

Questo metodo è riservato a chi ha qualche conoscenza informatica. È uguale al metodo precedente, solo che qui tutto si svolge in righe di codice!

Alcune blockchain, come Solana, utilizzano linguaggi informatici più tradizionali come Java. Per semplificare ulteriormente le cose, prendiamo l’esempio della blockchain Ethereum. Su questa blockchain dovrai imparare un linguaggio informatico diverso, chiamato Solidity.

Binance

  1. Ampia varietà di criptovalute
  2. Piattaforma sicura e affidabile
  3. Servizio clienti h24

NFT, un token ERC

ERC è l’acronimo di “Ethereum Request for Comment.” Ogni ERC indica una determinata categoria di token. Ad esempio, probabilmente avrai già sentito parlare dei token ERC-20.

Questi token sono utilizzati per gestire una piattaforma o come mezzo di pagamento. Ad esempio, il token UNI è il token nativo della piattaforma di scambio decentralizzata Uniswap. Altri esempi di token ERC-20 sono BNB, USDT e BAT.

Per quanto riguarda i token NFT, lo standard utilizzato su Ethereum è ERC-721. Come l’ERC-20, questo tipo di token può essere utilizzato per codificare uno smart contract. Qual è la differenza tra un token ERC-20 e uno ERC-721? Senza entrare troppo nel dettaglio, la differenza principale sta nelle informazioni codificate all’interno del token.

Un token ERC-721 contiene informazioni che descrivono l’NFT, note come metadati. Per la maggior parte degli NFT, il contenuto grafico (immagine, video, ecc.) non viene registrato direttamente sulla blockchain, perché sarebbe troppo costoso.

Invece, il token contiene semplicemente le informazioni necessarie per descrivere con precisione l’NFT. Questo è il caso, ad esempio, di collezioni come Bored Ape, ma non della collezione di NFT CryptoPunks. Questi NFT, con la loro grafica semplificata, sono memorizzati direttamente sulla blockchain.

I metadati dei token NFT ERC-721

Per creare un NFT gli sviluppatori devono quindi inserire sotto forma di codice i seguenti metadati:

  • Nome dell’NFT;
  • Simbolo dell’NFT;
  • Identificatore univoco;
  • Numero di NFT esistenti;
  • Nome del creatore dell’NFT;
  • Descrizione dell’NFT;
  • Immagine sotto forma di collegamento che consente di visualizzare una rappresentazione grafica dell’NFT.

Vuoi approfondire l’argomento? Ti invitiamo a guardare i seguenti due video:

Creare un NFT gratis e venderlo in 10 minuti!

INVESTIRE in NFT: gli ERRORI da evitare.

I migliori Marketplace per vendere il tuo NFT

Dopo aver imparato a creare un NFT, ora bisogna saperlo venderlo. Il mercato più grande e più popolare al mondo è OpenSea. Ha una visibilità unica, che offre agli utenti le migliori possibilità di vendita dei loro NFT. Essendo user-friendly è molto facile da usare, anche per i principianti. Una volta creato il tuo NFT, puoi venderlo su OpenSea, dove le transazioni sono sicure e verificabili grazie alla tecnologia blockchain.

Oltre ad OpenSea, ci sono altre opzioni interessanti per i principianti che desiderano vendere i loro primi token non fungibili. Una di queste è Rarible, un mercato emergente che promuove la libertà artistica di creazione di NFT. C’è anche Nifty Gateway, una piattaforma nota per le sue partnership con creatori famosi. Questo la rende un luogo dove trovare utenti appassionati pronti ad acquistare il tuo primo NFT. Nell’ecosistema NFT sono disponibili anche alternative come Foundation e SuperRare.

Anche il più grande exchange del mondo, Binance, ha una piattaforma NFT molto attiva.

Binance

  1. Ampia varietà di criptovalute
  2. Piattaforma sicura e affidabile
  3. Servizio clienti h24

L'autore

Sara Serraiocco

Laureata in Letteratura Italiana e Lingue Straniere, non sono mai riuscita a scegliere tra la mia passione per la scrittura e il giornalismo e quella per le lingue straniere. Attualmente lavoro come traduttrice freelance e scrittrice di criptovalute, fungendo da ponte tra i paesi grazie alla mia conoscenza delle lingue e agli argomenti che solitamente tratto.