Polkadot (DOT) Previsioni e Opinioni: Guida 2024

€ 6.9142

-1.2616396707
Ultimo aggiornamento 12:05:03 UTC
Capitalizzazione di mercato
€ 9.45 Miliardi
Valore totale diluito
€ 9.45 Miliardi
Volume
€ 91.4 Milioni
Quantità in circolazione
1.37 Miliardi DOT

Le 5 migliori piattaforme di trading criptovalute

eToro
4.7

Recensione eToro 2024

Coinbase
4.8

Recensione Coinbase 2024

ByBit
4.7

Recensione ByBit 2024

Kraken
4.6

Recensione Kraken 2024

BTCC
4.6

Recensione BTCC 2024

Convertitore di criptovaluta

Ultimo aggiornamento 12:15:03 UTC

Acquista polkadot ora

Vuoi investire in criptovalute? Se desideri scegliere una criptovaluta ben consolidata, ti consigliamo di scegliere tra le criptovalute del top 20 mondiale. Queste sono le 20 criptovalute con la maggiore capitalizzazione al mondo. Il livello di capitalizzazione è un parametro che spesso dimostra che il progetto è basato su solide fondamenta. Questo dimostra anche che gli sviluppatori sono riusciti a radunare attorno a loro numerosi investitori e acquirenti.

Questo è il caso di Polkadot. Ma cos’è esattamente Polkadot e come comprare Polkadot? Ti spieghiamo tutto in questa guida.

Polkadot Valore: Cos’è Polkadot?

pagina iniziale di polkadot

La criptovaluta Polkadot possiede la sua blockchain. La moneta che permette il funzionamento dell’ecosistema Polkadot si chiama DOT. Al momento della stesura di questa guida, la rete Polkadot si posiziona al 18º posto mondiale per capitalizzazione, con quasi 4,75 miliardi di euro. Attualmente, il prezzo di Polkadot si avvicina ai 3,80 euro. Ma che cos’è esattamente Polkadot?

Come già menzionato, si tratta di una blockchain, ma non una qualsiasi! Infatti, Polkadot ha la particolarità di essere una blockchain di livello 0, o blockchain layer 0. Cosa significa?

Le blockchain sono classificate in tre livelli attualmente: 0, 1 e 2. Alcune blockchain sono layer 1. Questo è il caso di Bitcoin (BTC), Cardano (ADA), Dogecoin (DOGE) e Ethereum (ETH). Queste sono blockchain funzionali nel senso che possono elaborare transazioni e talvolta eseguire smart contract. Tuttavia, sono indipendenti, cioè non sono compatibili tra loro. Alcune blockchain layer 1 accolgono soluzioni chiamate layer 2 che consentono di fluidificare gli scambi. Questo è il caso della soluzione Polygon (layer 2) che si basa su Ethereum.

Un layer 0 come Polkadot è un’architettura blockchain che consente di costruire catene compatibili tra loro. Concretamente, Polkadot è una blockchain su cui vengono costruite altre blockchain, chiamate anche parachains. La rete Polkadot ne assicura l’interoperabilità. Cosmos (ATOM) e Algorand (ALGO) sono altre due blockchain concorrenti di Polkadot.

Binance

  1. Ampia varietà di criptovalute
  2. Piattaforma sicura e affidabile
  3. Servizio clienti h24

Storia di Polkadot

La storia di Polkadot risale al 2016, quando è stato pubblicato il whitepaper della criptovaluta. Dietro Polkadot c’è una persona particolare, il Dr. Gavin Wood. Se questo nome non ti dice nulla, devi sapere che è il co-fondatore della rete… Ethereum! Ha anche creato il linguaggio Solidity, utilizzato sulla blockchain Ethereum. Gavin Wood si è associato con Jutta Steiner (altra persona proveniente da Ethereum) per lanciare Parity Technologies, responsabile dello sviluppo di Polkadot. La fondazione Web3 si occupa invece della gestione della rete Polkadot.

i fondatori di polkadot

La storia di Polkadot ci porta a menzionare un’altra blockchain “cugina”, Kusama. Come in ogni progetto, prima di lanciare la loro blockchain in produzione, gli sviluppatori hanno creato una testnet. Successivamente, hanno lanciato la blockchain su una “rete canary” chiamata Kusama. Cosa è questa “rete canary“? In realtà, il nome fa riferimento agli uccelli (i canarini) che i minatori usavano nelle miniere. I minatori inviavano i canarini nelle miniere per verificare che il livello di gas nocivi fosse accettabile. In modo simile, questa “rete canary” o Kusama è stata utilizzata dagli sviluppatori per convalidare il loro codice mentre proteggevano gli utenti.

Con il tempo, Polkadot ha preso il volo. Attualmente, Kusama e Polkadot sono due blockchain indipendenti. Se sono cugine, hanno caratteristiche leggermente diverse. La blockchain Kusama viene ancora utilizzata dagli sviluppatori per testare alcuni degli aggiornamenti previsti per Polkadot.

Perché è Stato Creato Polkadot?

Se ci riferiamo al whitepaper di Polkadot, scopriamo che Gavin Wood ha individuato due difficoltà nel mercato delle blockchain. Fin dall’inizio, Gavin Wood voleva che Polkadot offrisse una soluzione nei settori della “scalabilità” e dell’ “isolamento“.

La scalabilità definisce la capacità di una blockchain di gestire l’aumento delle transazioni. Questo indicatore si misura in TPS, Transazioni Per Secondo. La scalabilità è ancora una difficoltà su alcune blockchain, ma lo era ancora di più al momento della pubblicazione del whitepaper di Polkadot. In quel momento, come spiegato da Gavin Wood, la maggior parte delle blockchain elaborava circa 30 TPS.

E l’ “isolamento”? Come spiegato sopra, Polkadot è una blockchain layer 0. Infatti, fin dall’inizio, la creazione di Polkadot è partita da una constatazione. Gavin Wood ha capito che esistono numerose blockchain. Tuttavia, ciò che presto avrebbe iniziato a mancare era l’interoperabilità. Infatti, la necessità di far comunicare le blockchain tra loro è stata percepita come una sfida futura da parte di Gavin Wood.

Come Funziona Polkadot?

Come già spiegato, la filosofia di Polkadot è quella di connettere diverse blockchain tra loro chiamate parachains. L’interoperabilità tra queste catene è garantita da un ponte (bridge). Come funziona? Polkadot svolge il ruolo di organo centrale. In questo modo, non interviene nel funzionamento delle parachains. Concretamente, ogni parachain è indipendente e funziona secondo il sistema di validazione e consenso scelto dagli sviluppatori.

Polkadot interviene solo nel caso in cui una parachain desideri effettuare una transazione con un’altra parachain. Infatti, Polkadot gestisce l’interazione tra queste due catene e svolge il ruolo di verificatore. Concretamente, è l’arbitro tra le due parachains. Polkadot verifica che lo smart contract sia correttamente applicato. Ad esempio, Polkadot verifica che i soldi siano inviati al destinatario corretto. A questo punto intervengono i verificatori su Polkadot. Esaminiamo ora il sistema di validazione presente su Polkadot.

Il protocollo di consenso su Polkadot è il NPOS o Nominated Proof-Of-Stake. Se segui un po’ le criptovalute, sei familiare con la POS o Proof-of-Stake. Questo meccanismo è in vigore su molte blockchain come Cardano (ADA), Solana (SOL) e ora anche Ethereum (ETH). Con una POS, il validatore viene selezionato in base al numero di token che ha in staking. Ma esistono diverse varianti della POS. Ad esempio, c’è la DPOS o Delegated Proof-Of-Stake. Questo meccanismo è stato creato per ridurre il numero di nodi in una rete blockchain a un piccolo numero di validatori. Il validatore viene scelto attraverso un voto. Ad esempio, puoi votare per un validatore che promette di restituirti una parte della ricompensa ottenuta dal mining. Inoltre, non è sempre il possessore del maggior numero di token in staking che si occupa della convalida della transazione.

Polkadot, d’altra parte, utilizza il NPOS, la Nominated Proof-Of-Stake. Questo protocollo garantisce un livello di sicurezza superiore. Con il NPOS, la persona (Nominator) vota per un validatore (Validator). A differenza della DPOS, il suo voto è impegnativo. Concretamente, se la persona vota per un validatore che si rivela disonesto (ad esempio, che falsifica una transazione), verrà punita e una certa quantità di token le verrà tolta. Il NPOS serve quindi a responsabilizzare le persone nel momento del voto. La scelta del validatore non si basa solo sulle promesse di guadagno, ma soprattutto sulla reputazione dei validatori.

Dove Comprare Polkadot?

Sei interessato a Polkadot, ma come comprare Polkadot? La soluzione più semplice è utilizzare una piattaforma di scambio (chiamata anche exchange). Dal momento che le criptovalute funzionano in modo decentralizzato, non puoi semplicemente andare in banca per comprarle. Le piattaforme crypto svolgono quindi il ruolo di banche crypto. Sono piattaforme online che ti consentono di acquistare, vendere e scambiare criptovalute tra loro.

Come acquistare DOT su un exchange? Indipendentemente dalla piattaforma che desideri utilizzare, il processo è sempre lo stesso. Il primo passo è registrarsi sull’exchange. Questa fase è gratuita. In genere, devi fornire alcune informazioni personali. L’exchange verificherà il tuo indirizzo email.

Una volta creato il tuo account, dovrai collegare il tuo wallet crypto (o portafoglio). Il wallet funge da conto bancario crypto. È un supporto su cui conservi le criptovalute. Esistono due grandi categorie di wallet. I cold wallet sono supporti hardware simili a chiavette USB. Questi supporti sono più difficili da usare, ma garantiscono il massimo livello di sicurezza poiché non conservano le tue criptovalute online. L’altra grande categoria è quella degli hot wallet. Si tratta di applicazioni per dispositivi mobili o estensioni su internet che conservano le criptovalute online.

Una volta completati questi due passaggi, sei pronto per acquistare Polkadot. Hai due opzioni:

  • Acquisto diretto di Polkadot in valuta fiat con la tua carta di credito o tramite bonifico. Questa soluzione non è sempre disponibile sugli exchange.
  • Deposito di denaro sull’exchange e poi acquisto di Polkadot scegliendo la giusta coppia di trading (ad esempio valore DOT EURO).

Poiché Polkadot è una criptovaluta che fa parte del top 20 mondiale, la maggior parte degli exchange la elenca. Per acquistare Polkadot, puoi ad esempio utilizzare una delle seguenti tre piattaforme di scambio:

  • Binance (vedi recensione): L’exchange Binance è il leader mondiale. Oltre a offrire lo scambio di criptovalute, la piattaforma offre una vasta gamma di servizi crypto come Binance Earn, Binance Academy, Binance Card, ecc. Inoltre, l’exchange ha la sua blockchain, la BNB.
  • Coinbase (vedi recensione): La piattaforma è un grande nome nel mondo delle criptovalute. Coinbase conta quasi 89 milioni di utenti in tutto il mondo. L’exchange è stato creato nel 2012 ed è entrato in borsa nell’aprile 2021.
  • Kraken (vedi recensione): La piattaforma conta oltre 6 milioni di utenti in tutto il mondo e ha una valutazione di 10 miliardi di dollari. L’exchange è stato creato nel 2011 ed è situato a San Francisco. Oltre allo scambio di criptovalute, Kraken offre anche la possibilità di fare staking.

Queste tre piattaforme offrono servizi equivalenti. Se sei alle prime armi nel mondo delle criptovalute, ti consigliamo di utilizzare Binance. L’interfaccia è molto ben fatta e l’exchange offre numerosi servizi che spiegano i fondamentali delle criptovalute.

Coinbase

  1. Interfaccia utente intuitiva
  2. Vasta gamma di criptovalute
  3. Elevati standard di sicurezza

Fear & Greed Index Per il Polkadot

Ultimo aggiornamento: 23 maggio 2024

Adesso: 58 Avidità

Adesso: 58 Avidità

Ieri: 58 Avidità

La settimana scorsa: 63 Avidità

La Polkadot (DOT) è una delle sorprese degli ultimi anni e molti esperti lo stanno indicando come valuta su cui puntare nel prossimo bull market. Ma come ogni criptovaluta, è sempre soggetta a fluttuazioni importanti e a ogni genere di rischio legato al mondo delle blockchain e delle valute digitali. Per questo è molto importante conoscere bene il mercato e i tool analitici che permettono di ridurre il rischio, o quantomeno, calcolarlo in modo efficacie. Uno degli strumenti più apprezzati e utili è I famoso Crypto Fear and Greed Index che è un indicatore che dovrebbe aiutare tutti gli investitori a prendere decisioni, indipendentemente dall’asset cercato.

Questo indice evidenzia il sentiment generale legato al mondo delle criptovalute in base a numerosi fattori. Include la volatilità del Bitcoin, che rimane logicamente un motore per tutto l’ecosistema, ma anche il monitoraggio delle notizie per comprendere tutti gli aspetti dell’universo delle criptovalute giorno dopo giorno. Ovviamente, questo strumento viene usato in maniera diversa da investitori di tutto il mondo che hanno strategie e piani personalizzati. Per esempio, coloro che vogliono investimenti sicuri ma con margini di guadagno inferiore tendono a investire quando il cursore propende sulla zona verde, mentre altri più spericolati si muovono quando il cursore è nella parte opposta.

Polkadot Previsioni: Investire in Dot nel 2024 è un buon investimento?

criptovaluta polkadot (DOT)

Polkadot è sicuramente una delle criptovalute del futuro. Inoltre, il prezzo di DOT è attualmente sottovalutato. Il prezzo record del coin DOT risale al 4 novembre 2021, con un prezzo di 50,46 €. Per ricordare, al momento della stesura di questo articolo, il prezzo di Polkadot è di circa 7 € Le previsioni di prezzo per Polkadot sono per lo più positive, con un obiettivo di diverse centinaia di euro.

  • Criptovaluta del futuro;
  • Blockchain che permette l’interoperabilità delle catene;
  • Blockchain basata su tecnologia avanzata.
  • Forte concorrenza con Cosmos e Algorand.

La Nostra Opinione Finale su Polkadot Crypto

Polkadot è una criptovaluta che merita di essere conosciuta. Infatti, come spiegato in questa guida, la criptovaluta DOT ha un’ambizione reale. La sua ambizione è duplice e corrisponde esattamente a ciò di cui il mercato delle blockchain ha bisogno. La rete Polkadot intende offrire una soluzione in termini di scalabilità e interoperabilità delle blockchain.

Attualmente, esistono numerose blockchain. Come con i motori di ricerca su internet ai loro inizi, il futuro dirà quali attori rimarranno in gara a lungo termine. Per molti esperti, diverse blockchain si imporranno. La sfida sarà quindi farle comunicare tra loro. Polkadot è quindi una criptovaluta promettente.

Inoltre, Polkadot è una criptovaluta robusta. Gli sviluppatori dietro Polkadot provengono dalla rete Ethereum, che domina il mercato delle applicazioni decentralizzate (dApps). Polkadot non è quindi una criptovaluta meme, con un prezzo che sale alle stelle per poi scomparire. La criptovaluta Polkadot è destinata a durare e il suo prezzo dovrebbe aumentare man mano che viene adottata.

FAQ - Domande Frequenti su Polkadot

Cos'è Polkadot?

Polkadot è una blockchain di livello 0 (“layer 0”) che consente alle diverse blockchain di comunicare tra loro.

Come investire in Polkadot?

Per acquistare Polkadot, il modo più semplice è utilizzare una piattaforma di scambio di criptovalute come Binance, Coinbase o Kraken.

Perché investire in Polkadot?

La criptovaluta Polkadot si basa su una tecnologia robusta e si posiziona nel settore chiave dell’interoperabilità delle blockchain.

Cos'è DOT?

DOT è la criptovaluta che consente il funzionamento della blockchain Polkadot.

Polkadot è una blockchain di livello 1?

No, Polkadot è una blockchain di livello 0, simile a Cosmos o Algorand.