Nonostante l’ottimismo del Fondo Monetario Internazionale, CITIC Securities, la prima banca d’investimento cinese per valore di mercato, sta tagliando le retribuzioni di tutta la sua divisione di investment banking.

La banca ha deciso di ridurre gli stipendi base di alcuni bancari di livello junior di 6.000 yuan (842,78 dollari) e di 10.000 yuan al mese per quelli di livello medio.

Questo potrebbe comportano una riduzione complessiva fino al 15% del loro attuale compenso.

La misura riguarderà anche i funzionari a livello di direttore, vicepresidente e amministratore delegato e potrebbe avere un impatto fino al 20%.

I tagli fanno parte di uno sforzo di CITIC Securities per risparmiare sui costi in un contesto di mercato volatile.

La banca sta anche offrendo pacchetti di pensionamento volontario ad alcuni dei suoi bancari senior.

A quelli di di alto livello, a partire dal grado di direttore, sarebbe stato offerto un milione di yuan in più nel pacchetto pensionistico, a seconda del loro mandato.

L’offerta è stata finora accettata da diversi dirigenti.

La decisione di tagliare gli stipendi del 15% è dovuta ad una diminuzione dei profitti causata dal rallentamento economico derivante dalla pandemia di coronavirus e dalle turbolenze del mercato globale.

Nonostante la riapertura dell’economia cinese post Covid, CITIC Securities si è concentrata su misure di riduzione dei costi, come la riduzione dell’organico e degli stipendi, per rimanere in attivo.

La CITIC Bank ha dichiarato di essere impegnata ad aiutare i propri dipendenti a compensare le perdite dovute ai tagli salariali, fornendo loro benefici aggiuntivi come piani pensionistici e assicurazioni sanitarie.

Impatto dei Tagli sui Dipendenti

L’annuncio della riduzione del 15% degli stipendi della CITIC Chinese Bank è stato uno shock per molti dipendenti che ora si trovano ad affrontare difficoltà finanziarie.

L’annuncio improvviso ha reso difficile per loro adeguare il proprio stile di vita e le proprie spese per far fronte alla riduzione degli stipendi.

Questa mossa inciderà negativamente anche sul morale dei dipendenti che sono stati fedeli all’azienda.

Altre banche cinesi hanno attuato misure simili nel 2023 come ad esempio Bank of China, Agricultural Bank of China, Industrial and Commercial Bank of China e Postal Savings Bank of China.

Da un punto di vista occidentale, con un’inflazione mondiale ancora superiore alla media nel 2023, la scelta di tagliare del 15% è sorprendente e potrebbe avere un impatto a lungo termine sulla vita dei dipendenti colpiti.

La rivale di CITIC Securities, China International Capital Corp (CICC), il mese scorso ha tagliato i bonus di quest’anno del 40% uno dei più grandi tagli del settore finanziario negli ultimi due anni.

Plus500

  1. Piattaforme intuitive
  2. Gamma di strumenti finanziari CFD
  3. Ecco una demo gratuita per esercitarti
Apri un conto

82% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro.

La riduzione dei costi è anche una risposta al rallentamento dell’economia globale.

Poiché i profitti delle operazioni bancarie tradizionali sono diminuiti, le banche sono state costrette a tagliare le spese.

Inoltre, l’aumento dei costi di conformità e le perdite sui prestiti dovute ai crediti inesigibili hanno esercitato un’ulteriore pressione sugli istituti di credito cinesi.

Conseguenze nel Lungo Periodo

La decisione di tagliare gli stipendi della CITIC Chinese Bank potrebbe avere profonde implicazioni per l’economia cinese, non solo a breve termine, ma anche per le prospettive a lungo termine dell’industria finanziaria del Paese.

  • In primo luogo, con questo taglio degli stipendi, sarà più difficile per il settore finanziario attrarre e trattenere professionisti di talento.
  • In secondo luogo, questa mossa avrà probabilmente anche un impatto negativo sulla crescita economica complessiva della Cina a causa la diminuzione della spesa dei consumatori che deriva dalla riduzione degli stipendi.
  • Infine, la riduzione degli stipendi potrebbe avere un impatto sulla capacità del governo cinese di gestire il proprio debito. Se il sistema finanziario non sarà in grado di generare ricchezza il governo potrebbe essere costretto a tagliare la spesa pubblica o ad aumentare le tasse per compensare l’ammanco.

Nel complesso, la decisione della CITIC Chinese Bank di ridurre gli stipendi del 15% avrà conseguenze di vasta portata sul settore finanziario e sull’economia cinese.

Resta da vedere come questi cambiamenti influiranno sulle prospettive economiche del Paese nel lungo periodo e sulla capacità di generare crescita in futuro.

L'autore

Gianluca L.

Gianluca Longinotti è un analista e consulente con due master in finanza conseguiti all'Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne. Con diversi anni di esperienza nei settori bancario e IT presso Ernst & Young (EY), Gianluca è appassionato di economia, finanza e criptovalute, e ha scritto per diverse pubblicazioni specializzate nel settore degli investimenti.