Che tu sia un appassionato di crypto o no, è probabile che tu abbia già sentito parlare di NFT. Infatti, gli NFT sono stati una delle tendenze del 2021 insieme al metaverso. Se tutti parlano di NFT, pochi sono in grado di spiegare semplicemente cos’è un NFT. Scopri di seguito come funziona un NFT. Capirai anche il potenziale degli NFT ma anche perché suscitano alcune critiche. In questo modo potrai formarti un’opinione sugli NFT. Sei pronto?

NFT: Cosa Sono?

immagine di un logo nft

NFT è l’acronimo inglese di “Non Fungible Token”, che si traduce in italiano come “token non fungibile”. Se questa denominazione non ti dice molto inizialmente, permette di mettere in evidenza le due caratteristiche principali di un NFT.

NFT Significato: Cosa Si Intende per “Non Fungibilità”?

Innanzitutto, il concetto di “non fungibilità” si riferisce a qualcosa di unico, che non può essere scambiato. Prendiamo un esempio. Se presti 10 euro ad un amico, non ti aspetti che quell’amico ti restituisca esattamente lo stesso biglietto da 10 euro, giusto? Lo stesso vale se hai dato una bottiglia di latte al tuo vicino. In questo esempio, il denaro contante e il latte sono “fungibili”. Ciò significa che queste sostanze sono designate solo in termini di tipo (cioè latte, euro) e quantità (cioè 10 €, 1 L).

Gli NFT, invece, sono “non fungibili”. Quindi un NFT si riferisce ad un’opera d’arte o un oggetto unico che non ha equivalente. Nella pratica, quest’opera può essere un’immagine, un video, una GIF, un suono, ecc.

Attenzione però, questo non significa che un NFT possa esistere solo in una copia. Il creatore dell’NFT decide quanti esemplari desidera creare del suo NFT. Ad esempio, un musicista può mettere in vendita sotto forma di NFT un estratto di musica in più copie. La nozione di fungibilità non è specifica degli NFT ed è presente soprattutto nel campo giuridico.

Binance

  1. Ampia varietà di criptovalute
  2. Piattaforma sicura e affidabile
  3. Servizio clienti h24

Cosa Significa Token?

La seconda caratteristica propria degli NFT è quella del “token”. In criptovaluta, un token è un asset digitale che funziona su una blockchain. Una blockchain può essere paragonata ad un registro pubblico online. In altre parole, quando acquisti un NFT, la transazione avviene in criptovaluta, ma soprattutto, ottieni un token che ti identifica come l’unico proprietario di quell’oggetto. Questo token è immagazzinato in modo permanente sulla blockchain. Questo sistema di “tokenizzazione” ti protegge dalla contraffazione, molto comune nel campo dell’arte.

Il Mercato degli NFT nel 2023

Il mercato degli NFT è uscito dall’ombra nel 2021. Ripercorriamo lo stato del mercato nel 2023.

Gli NFT: Una Bolla che Sta Esplodendo?

Il mercato degli NFT è davvero esploso nel 2021 raggiungendo una capitalizzazione di 41 miliardi di dollari! La principale leva di marketing del settore NFT avviene sui social media. Dal 2021 molti artisti, sportivi e altre celebrità si sono avvicinati agli NFT. Mike Tyson, Justin Bieber, Shaquille O’Neal, Jimmy Fallon, Steve Aoki, Paris Hilton, Travis Barker, Neymar… l’elenco completo sarebbe troppo lungo. Diciamolo gli NFT hanno trovato rapidamente il loro pubblico.

Accanto a queste personalità, gli NFT sono riusciti anche a farsi strada nell’industria. Considerando gli NFT come una nuova leva pubblicitaria e un modo per generare nuovi ricavi, i brand si sono lanciati negli NFT. Questo è il caso ad esempio di Budweiser, Adidas, McDonald’s, ecc.

Ne è risultato un effetto di massa che molti hanno definito una bolla. Approfittando dell’esplosione parallela del mercato criptovalutario, il prezzo degli NFT è così schizzato nel 2021.

Nel 2022, il mercato degli NFT si è dimostrato più lento, a causa del crollo del mercato delle criptovalute. A metà giugno 2022, le vendite degli NFT sono diminuite del 75% nei 30 giorni precedenti. Dall’inizio del 2023 il mercato ha dato segni di ripresa con una elevata volatilità.

L’Ecosistema NFT nel 2023

logo colorato nft

Dal punto di vista tecnologico, la maggior parte degli NFT viene scambiata su piattaforme di mercato. Queste sono piattaforme su cui gli utenti possono comprare, vendere e scambiare NFT. In breve, se vuoi comprare un NFT su una piattaforma di mercato, di solito devi:

  • Aprire un account sulla piattaforma;
  • Depositate fondi (generalmente nella criptovaluta utilizzata dalla piattaforma);
  • Acquistare il tuo NFT (principalmente a prezzo fisso o all’asta).

Attualmente, Ethereum è la blockchain che ospita la maggior parte delle piattaforme di mercato NFT. Dietro Ethereum, ci sono le blockchain Solana e Binance Smart Chain. Attualmente, la principale piattaforma NFT si chiama OpenSea (ospitata su Ethereum).

Gli NFT: Un Settore Emergente che Deve Ancora Convincere

immagine dell'app opensea

Gli NFT sono un settore intrigante, ma anche fonte di scetticismo. Come in molti settori emergenti, gli NFT non sono ancora ben conosciuti da tutti, ma soprattutto, il settore è esploso così rapidamente da mettere in gioco a volte somme esorbitanti.

Ad esempio, prendiamo il caso di Justin Bieber, grande collezionista di NFT. Si stima che il cantante canadese possieda circa 2.000 NFT! Possiede tra l’altro diversi NFT appartenenti alla famosa collezione dei Bored Ape, ognuno dei quali vale diversi milioni di euro! Se non sai cos’è la collezione Bored Ape, si tratta di ritratti di scimmie… Ad esempio, nel febbraio 2022, Justin Bieber ha acquistato un NFT Bored Ape Yacht Club #3001 (BAYC) per l’equivalente di 1,29 milioni di dollari.

Questo è solo un esempio tra molti altri che illustra i prezzi folli raggiunti da alcuni NFT. L’aumento dei prezzi ha fatto sì che molti considerassero gli NFT una bolla speculativa, tanto che nel 2022, i prezzi degli NFT sono crollati.

Ad esempio, nell’aprile 2021, nel bel mezzo dell’esplosione del mercato, il primo tweet della storia è stato venduto come NFT per la cifra di… 2,9 milioni di dollari! Si trattava di un tweet di Jack Dorsey, CEO di Twitter all’epoca, pubblicato il 21 marzo 2006. Il contenuto del tweet era: “Ho creato il mio account Twitter”. Il fortunato proprietario di questo NFT è Sina Estavi, dirigente di Bridge Oracle, un’azienda malese. Questo NFT è stato messo all’asta nell’aprile 2022… Se pensava di poterlo vendere per diversi milioni di euro, si sbagliava di grosso, visto che le migliori offerte si sono aggirate solo attorno a poche migliaia di euro!

Quest’aneddoto mette in luce l’estrema volatilità dei prezzi nel mercato degli NFT. Se la speculazione è comune a molti settori emergenti, il fatto che gli NFT siano intrinsecamente legati a un mercato crypto ancora in fase di strutturazione non aiuta. Il futuro degli NFT passa quindi per l’istituzione di un ecosistema crypto robusto e stabile.

Binance

  1. Ampia varietà di criptovalute
  2. Piattaforma sicura e affidabile
  3. Servizio clienti h24

Gli NFT: Cosa Cambierà

La volatilità degli NFT non deve far dimenticare il loro potenziale. In un mondo sempre più digitale, con utenti desiderosi di decentralizzazione, gli NFT hanno sicuramente un posto da occupare!

Gli NFT: Un’Opportunità per gli Artisti

Per le loro caratteristiche, gli NFT sono naturalmente adatti al mondo dell’arte e della musica. Ad esempio, con gli NFT, un artista può mettere in vendita direttamente la sua opera d’arte o il suo disco ai suoi fan. L’artista conserva così un controllo totale sulla sua opera, cosa che non avviene, ad esempio, attualmente quando lavora con studi di registrazione, in questo modo, può realizzare maggiori guadagni.

Gli NFT rappresentano anche un nuovo modo per i fan di impegnarsi con il loro artista. Acquistando NFT, questi fan possono godere di vantaggi esclusivi. Lo stesso vale per le aziende. In cambio di NFT, è possibile ottenere buoni acquisto e altre promozioni.

Nuovi Mercati con gli NFT

postazione di videogioco nft

A lungo termine, gli NFT potrebbero affermarsi come il nuovo mercato dell’arte digitale. Come spesso accade con le nuove tecnologie, la legislazione è ancora indietro. Al momento, non è ancora possibile vendere NFT durante le aste fisiche, ma con l’evoluzione del quadro normativo, è molto probabile che ciò diventi possibile in un futuro relativamente prossimo. Ciò consentirebbe di dividere il mercato dell’arte creando un settore digitale, immateriale adatto alle nuove esigenze dei consumatori.

Inoltre, gli NFT hanno tutto per rivoluzionare il settore del gaming. Acquistando NFT, gli utenti possono partecipare a giochi e sperare di ottenere entrate passive. Ad esempio, Sorare è un’azienda francese di successo che propone carte dei giocatori di calcio in formato NFT. Con queste carte, gli utenti possono creare la propria squadra e vincere premi.

Coinbase

  1. Interfaccia utente intuitiva
  2. Vasta gamma di criptovalute
  3. Elevati standard di sicurezza

Gli NFT: Un’Applicazione che Sfrutta i Vantaggi della Blockchain

Gli NFT hanno senso grazie alla blockchain. Questa tecnologia, ancora poco compresa, è sempre più utilizzata nell’industria. Infatti, la blockchain offre veri vantaggi per quanto riguarda la protezione dei dati e lo scambio peer-to-peer (cioè senza intermediari). Grazie alla blockchain il settore degli NFT è protetto dalla contraffazione.

Domande Frequenti - FAQ

Cos'è un NFT?

Un NFT è un token digitale, unico e non fungibile, che può rappresentare la proprietà di un’opera d’arte o di un oggetto virtuale.

Come si acquistano gli NFT?

Per acquistare gli NFT, è necessario possedere una criptovaluta come Ethereum e recarsi su una piattaforma specializzata in NFT (es. OpenSea)

Quali sono i vantaggi degli NFT?

Gli NFT permettono agli artisti di vendere direttamente le proprie opere al loro pubblico, senza intermediari, conservando il controllo totale sulla loro proprietà.

Perché i prezzi degli NFT sono così volatili?

I prezzi degli NFT possono essere molto volatili a causa della speculazione e del fatto che il mercato delle criptovalute è ancora in fase di strutturazione. La futura stabilità degli NFT dipenderà quindi dall’istituzione di un ecosistema crypto solido e stabile.

L'autore

Gianluca L.

Gianluca Longinotti è un analista e consulente con due master in finanza conseguiti all'Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne. Con diversi anni di esperienza nei settori bancario e IT presso Ernst & Young (EY), Gianluca è appassionato di economia, finanza e criptovalute, e ha scritto per diverse pubblicazioni specializzate nel settore degli investimenti.