Il mondo sta cambiando e la rivoluzione economica e digitale non si ferma alle famose criptovalute. Esistono anche altri prodotti completamente dematerializzati, ma altrettanto interessanti in termini di investimento o addirittura come beni posizionali.

Gli NFT ne sono un esempio e il metaverso si adatta perfettamente a questo futuro mondo virtuale al quale sempre più persone cercano di accedere. Se tali affermazioni sembrano del tutto insensate, è perfettamente normale sentirsi smarriti. Queste nuove tecnologie sono ancora agli albori e la loro evoluzione avverrà probabilmente nei prossimi anni.

Utilizzando i codici della realtà senza essere mai direttamente reale, il metaverso mira a creare un nuovo universo, così come gli NFT mirano a essere nuovi oggetti d’arte da possedere. Come gli NFT nel mondo reale, possono essere un investimento redditizio. 

Torneremo su questo argomento più avanti, ma cercheremo, con questo articolo, di introdurti a questo ecosistema, che per molti è ancora così astratto. Come funzionano gli NFT, quali sono i vantaggi e perché rappresentano il futuro? Ci porremo le stesse domande anche sul metaverso. 

Diamo un’occhiata a questo nuovo mondo e spieghiamolo in dettaglio. Si parte!

Gli NFT

Token non fungibili, o non fungible token, come direbbero gli anglofoni, ma cosa sono veramente gli NFT? 

Per il momento, anche se la tecnologia punta a diventare sempre più democratica, per poter investire in NFT è necessario avere un portafoglio consistente. Semplicemente, bisogna essere abbastanza facoltosi da acquistare qualcosa che oggi, e in un futuro non troppo lontano, può sembrare ancora folle. L’acquisto di un tweet o di un’immagine digitale è ancora qualcosa di poco diffuso e, quindi, probabilmente, di molto costoso. 

Facciamo un giro in questo mondo dematerializzato.

Che cos’è un NFT ?

Abbiamo iniziato questo capitolo con una definizione letterale, ma è particolarmente importante capire cosa rende questo famoso token “non fungibile”. Oggi e nel mondo delle criptovalute, qualcosa di fungibile può essere sostituito da un altro oggetto o da una somma equivalente, a un certo punto. Nel mondo comune, un buono spesa non nominativo o una semplice camicia rientrano perfettamente in questo principio: è possibile attribuire un valore in una valuta diversa dall’oggetto stesso, logicamente in euro se ci riferiamo a una classica transazione italiana. 

Una cosa che non è fungibile non può essere sostituita o rimpiazzata in nessun altro modo. Questo è il principio su cui si basa l’NFT: l’impossibilità di essere sostituito, aggiungendo però una base crittografica basata su una blockchain ERC, come ormai sarai abituato a vedere se sei un visitatore abituale del nostro sito.

A differenza della nostra bella camicia venduta nel mondo fisico e reale, un NFT può essere tracciato per tutto il suo ciclo di vita e il suo possesso può essere giustificato dal suo proprietario. Solo il suo proprietario può giustificarne il possesso, grazie a questa tracciabilità infallibile sin dalla sua creazione

Essendo il livello di sicurezza più elevato, grazie alla crittografia delle informazioni sulla blockchain, è ora impossibile rendere nullo un NFT o falsificarlo. Questo è un fattore importante da tenere in considerazione quando si investe, soprattutto se lo si paragona all’arte classica, dove circolano molti falsi in tutto il mondo. 

Oggi l’ecosistema NFT continua a crescere, con cifre molto reali a dir poco ridicole. Un approfondimento dell’argomento è disponibile in un articolo dedicato alla definizione di NFT.

Il mondo degli NFT fa esplodere la bolla digitale

Il mercato deve ancora espandersi e l’interesse per gli NFT deve ancora superare le esorbitanti cifre di vendita unitaria. Quando l’NFT diventerà davvero più democratico e si aprirà a un maggior numero di persone, con cifre di vendita più basse ma con un numero molto maggiore di oggetti virtuali, allora l’NFT rappresenterà il nuovo mondo che molti si aspettano. 

Nel frattempo, mentre si registrano vendite record – per esempio, il primo tweet di Jack Dorsey, l’ex CEO di Twitter (venduto per oltre 2,5 milioni di dollari) – questa rivoluzione sta stravolgendo le abitudini del mondo digitale. 

Con l’esplosione del metaverso nei prossimi anni, il mercato degli NFT potrebbe continuare a crescere e, secondo William Quigley, uno dei principali attori del mondo digitale e dematerializzato, gli NFT potrebbero raggiungere i 10.000 miliardi di vendite annuali ogni anno.

Nei primi sei mesi del 2021, le vendite di NFT hanno superato i 2,5 miliardi di dollari. Da allora, le cifre hanno continuato a salire, a dimostrazione del crescente interesse per queste nuove tecnologie. Ma è soprattutto la nostra comprensione di queste tecnologie a fare la differenza.

Perché comprare NFT?

Il tweet di Jack Dorsey appena citato, o qualsiasi altra vendita importante fatta nell’ambito degli NFT, nell’arte o anche nei videogiochi o non che non abbia una logica: è in questo nuovo universo che trova il suo posto.

Allora perché non stampare o ottenere, registrandosi gratuitamente, una copia o un’immagine del famoso token venduto? L’NFT offre qualcosa di sicuro e, soprattutto, di unico. E nel mondo dell’arte, nulla è più costoso, prestigioso e ricercato di ciò che è unico, per quanto bello sia l’oggetto in questione! Ma ciò è ridicolo e, dopo tutto, soggettivo.

La domanda e l’offerta, il principio base dell’economia, entrano logicamente in gioco quando si cerca di rappresentare l’interesse finanziario di un NFT. Alcune opere saranno scambiate per milioni negli anni a venire, senza alcuna copia digitale disponibile, ed è qui che l’aspetto dell’unicità entra in gioco. Da qui l’interesse dichiarato a rendere democratico questo mondo degli NFT e ad aprirlo a un’ampia gamma di oggetti e creazioni. Oggi è ancora dominato da creazioni eccessive, che favoriscono l’avvento di un’economia già sbalorditiva con beni che potrebbero vedere la loro domanda esplodere negli anni a venire, grazie soprattutto al metaverso.

Metaverso: significato

Probabilmente ti starai chiedendo cosa c’entrano gli NFT con il metaverso. Anche se questo mondo può sembrare lontano come il principio stesso degli NFT, ti renderai presto conto che il futuro di questi famosi token si sta trasformando alla perfezione in questi nuovi mondi virtuali promessi dal metaverso. Ecco una spiegazione di questa rivoluzione e di tutte le caratteristiche che saranno possibili e immaginabili nel prossimo futuro. 

Cos’è il metaverso

Esistono diversi modi per accedere al metaverso e, contrariamente a quanto si pensa, per parteciparvi non sono necessarie attrezzature all’avanguardia, ma piuttosto relativamente accessibili. 

Per quanto riguarda la metaverso definizione, esso rappresenta un mondo virtuale che conserva le caratteristiche del mondo reale, talvolta con un elevato grado di realismo. È una versione che rappresenta il futuro di Internet, dove gli spazi virtuali sono condivisi e riuniti in 3D o addirittura in videoconferenza

Il metaverso conserva i principi di base del mondo reale, con il rispetto della legge e della vita comunitaria, dove un numero infinito di persone può convivere. Questa logica e questo realismo prevedono abitudini sviluppate nel mondo reale, come i pagamenti, questa volta dematerializzati, le comunicazioni e infine… l’accesso agli oggetti, con i famosi NFT! 

Già portato alla ribalta da alcune creazioni, questo mondo virtuale è oggi il presente e anche il futuro dell’interazione sociale su Internet.

Le aziende che puntano a questi progetti lungimiranti

Quando un’azienda come Facebook Inc. decide di cambiare il proprio nome in Meta per unirsi a quello che il suo fondatore, Mark Zuckerberg, considera un nuovo e affascinante Internet, è ovvio che la notizia finisca sotto gli occhi di tutti.  

Questo drastico cambiamento e il crescente interesse non si limitano alle famose GAFAM, ma anche altre aziende del settore digitale sono salite sul carro. Sebbene esistano molti metaversi diversi, con definizioni differenti, il futuro sembra risiedere in questo mondo digitale 3D, molto lontano dall’Internet che conosciamo oggi, accessibile in due dimensioni su piattaforme che conosciamo perfettamente, come i browser web.

Tuttavia, come annunciato, il mondo del metaverso prevede già altre attività oltre a quella puramente digitale. Con l’arte e gli NFT da integrare come già detto, anche altri settori entrano in gioco. In modo quasi sorprendente per la gente comune, e con vera intelligenza per gli specialisti, il gigante dei supermercati Carrefour ha, ad esempio, iniziato a lavorare sul suo futuro in questo mondo digitale, pur rimanendo una delle catene di vendita al dettaglio più concrete attualmente esistenti. 

Un esempio che dimostra già che il futuro non si giocherà solo per le classiche aziende digitali nel metaverso e che certe carte potrebbero essere ridistribuite.

In che modo il metaverso consentirà agli NFT di svilupparsi?

Oggi il mondo del metaverso si sta rendendo democratico molto più rapidamente di quanto non faccia il mondo degli NFT. E perché? Come dimostrato in queste righe, è molto più accessibile ai comuni mortali a prezzi che sfidano la concorrenza e con possibilità di accesso che continuano ad aumentare mese dopo mese. 

Il metaverso dovrebbe anche facilitare la promozione degli NFT, i famosi oggetti virtuali che troveremo in massa in questo stesso mondo virtuale. Per questi motivi, i creatori e i venditori di NFT si avvicineranno gradualmente ai comuni mortali, offrendo oggetti legati e adattati ai nuovi utenti, che si prevede saranno presenti in massa all’interno del metaverso.

FAQ

Sicuramente avrai delle domande sugli NFT e sul metaverso, anche dopo aver letto questo articolo che spiega queste nuove ere digitali. Ecco alcune risposte che potrebbero aiutarti.

FAQ

Quali sono gli svantaggi degli NFT?

Che piaccia o meno l’idea di questa nuova arte e di questo investimento al 100% digitale, i limiti degli NFT si riscontrano a livello tecnico e, talvolta, a livello legale ed etico in alcuni Paesi. Inoltre, il costo di gestione della blockchain utilizzata per garantire i token è particolarmente dispendioso in termini di consumo. Tuttavia, l’arrivo di nuove tecnologie all’interno della blockchain stessa potrebbe ridurre l’impronta ecologica negli anni a venire.

Che ruolo hanno la realtà virtuale e aumentata nel metaverso?

La realtà virtuale, attraverso una cuffia tecnologica appositamente progettata, permette agli utenti di immergersi in questo famoso mondo digitale. La realtà virtuale permette di raggiungere questo altro universo, mentre la realtà aumentata consente di sovrapporre i due mondi.

Quali sono le aziende che stanno lavorando più attivamente al metaverso?

Tra le aziende leader del settore, i cui progressi sono già noti, ci sono Microsoft, Sony, Facebook, Nvidia, Niantic e il gigante Apple.

Cosa sono le gas fee?

Quando si completa una transazione, ad esempio per acquistare un NFT, si è esposti a commissioni sulla rete Ethereum, per citare un esempio attuale. Si tratta di commissioni di burn-in da pagare per rispondere alle azioni richieste ed eseguite sulla blockchain al fine di creare, proteggere o ottenere il prodotto virtuale in questione.

L'autore

Sara Serraiocco

Laureata in Letteratura Italiana e Lingue Straniere, non sono mai riuscita a scegliere tra la mia passione per la scrittura e il giornalismo e quella per le lingue straniere. Attualmente lavoro come traduttrice freelance e scrittrice di criptovalute, fungendo da ponte tra i paesi grazie alla mia conoscenza delle lingue e agli argomenti che solitamente tratto.