Tra le notizie economiche recenti, spicca quella che riporta che, lo scorso maggio, il Presidente nigeriano a fine mandato Muhammadu Buhari ha firmato la legge finanziaria 2023.

Questa legge ha introdotto un’imposta del 10% sui guadagni ottenuti con le criptovalute e altri asset digitali come il Bitcoin.

La nuova legge fa parte dello sforzo della Nigeria di regolamentare ulteriormente il mercato delle criptovalute e di garantire che tutti i guadagni siano dichiarati e tassati in modo appropriato.

La Nuova Fiscalità sui Guadagni Derivanti da Attività Digitali

Il Federal Inland Revenue Service (FIRS) nigeriano ha recentemente annunciato una nuova tassa del 10% sui guadagni realizzati da individui o entità che commerciano in criptovalute.

Questa legge mira a formalizzare il commercio delle valute virtuali, a proteggere gli investitori ed ad affrontare aree chiave come l’antiriciclaggio e l’evasione fiscale.

La nuova normativa riguarda tutte le le transazioni in criptovalute, tra cui la negoziazione su borse di valute virtuali, le attività di mining e gli investimenti in beni digitali.

Si applica inoltre sia agli individui che agli investitori istituzionali che traggono profitto dai loro investimenti in criptovalute.

Plus500

  1. Piattaforme intuitive
  2. Gamma di strumenti finanziari CFD
  3. Ecco una demo gratuita per esercitarti

82% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro.

La legge richiede ai trader di criptovalute di registrarsi presso il FIRS a fini fiscali e di dichiarare eventuali guadagni o perdite sostenute dalle loro attività con le criptovalute ed è applicabile sia agli operatori nazionali che a quelli stranieri che operano nel Paese.

La nuova legge segna un passo importante verso la regolamentazione del mercato delle valute virtuali in Nigeria e dovrebbe creare maggiore chiarezza e fiducia per gli investitori e consente al governo di raccogliere meglio le imposte sui redditi derivanti dal trading di criptovalute.

È importante notare che coloro che utilizzano le valute digitali per beni e servizi non sono soggetti alla stessa imposta del 10%.

In altre parole, comprare e vendere Bitcoin in maniera speculativa innescherà la tassazione, mentre usare BTC per l’acquisizione di beni o servizi ne resterà esente.

Vantaggi della Nuova Legislazione

Con l’introduzione di questa nuova normativa la Nigeria spera:

  • di ridurre le attività di riciclaggio di denaro e le operazioni illegali nel mercato delle criptovalute.
  • di contribuire a proteggere, tramite il controllo fiscale, il mercato delle criptovalute da potenziali truffe e crimini finanziari.
  • di garantire che gli utenti di criptovalute contribuiscano in modo equo all‘economia nigeriana.

Introducendo un’aliquota fissa del 10% per tutti i guadagni derivanti dagli asset digitali, questa nuova legge cerca di evitare che tutti i soggetti fiscali paghino meno di quanto dovuto.

Sfide nella Tassazione delle Criptovalute

Poiché le criptovalute non sono considerate moneta a corso legale, non esiste né un quadro di riferimento specifico per la tassazione né un quadro chiaro per le criptovalute.

La Nigeria ha preso provvedimenti per affrontare questo problema introducendo norme fiscali per le criptovalute e ha stabilito che l’imposta sui profitti ottenuti dalla negoziazione di asset digitali sia basata sul valore equo dell’asset al momento dell’acquisto e della vendita.

La tassazione di guadagni o perdite in criptovalute si basa anche sulla natura e sulla durata dell’attività.

Reazioni dell’Ecosistema Crypto in Nigeria

Molti nella sfera delle criptovalute nigeriane ritengono che questo sia un attacco al loro settore, mentre altri lo vedono come un passo necessario per legittimare gli asset digitali all’interno del mercato.

Alcuni temono che questa nuova tassazione possa allontanare alcuni investitori, mentre altri la considerano un segno di progresso e di crescita per il settore.

Il governo nigeriano non ha ancora fornito alcuna regolamentazione concreta sul mining e sul trading di criptovalute, ma ha manifestato il proprio interesse a sviluppare un quadro giuridico per regolamentare adeguatamente il settore.

Mentre il mercato è in attesa di questi regolamenti, molti commercianti e minatori di criptovalute sono incerti sul loro futuro nel Paese.

Resta da vedere come la nuova politica fiscale influenzerà il mercato nigeriano delle criptovalute nel lungo termine.